gennaio 30, 2024

Bentornata primavera, ma attenzione alle allergie

Per i cani ed i loro padroni primavera è sinonimo prima di tutto di libertà.
È tornato il momento di concedersi lunghe passeggiate all’aperto: al parco, in campagna o semplicemente per strada.
Per tutto l’inverno abbiamo costretto i nostri amici a quattro zampe a giretti sbrigativi, complici il freddo ed il cattivo tempo che non invitavano a fare passeggiate più lunghe di quanto fosse strettamente necessario. Ora possiamo finalmente sperimentare percorsi più lunghi e godere appieno del clima decisamente più gradevole e delle ore di luce extra che ci regala la bella stagione.

Bella stagione sì, anche se con qualche fastidio

Con la primavera e la fioritura delle graminacee arrivano anche i disturbi legati alle allergie: starnuti, fastidio e prurito a naso e occhi, lacrimazione abbondante e sonno disturbato. Non è certo la condizione ottimale per godersi una passeggiata, specialmente nelle ore centrali della giornata, quando la temperatura è più alta e la concentrazione di pollini nell’aria è massima.

I cani e le allergie primaverili

Può sembrare strano, ma anche i cani possono soffrire delle stesse allergie dell’uomo e presentare i nostri stessi sintomi.

Come capire se il tuo cane soffre di allergie

Questo è il periodo di maggior fioritura delle graminacee, le principali responsabili dei sintomi di allergie nell’uomo e nel cane.
Occhi che lacrimano, attacchi di tosse, starnuti continui durante e subito dopo il giretto quotidiano. Solo la visita dal veterinario potrà confermarlo, ma questi sono i segnali che probabilmente il tuo cane è allergico ai pollini.

Cosa fare per ridurre i sintomi delle allergie

Se temi che il tuo cane possa soffrire di allergie stagionali, la prima cosa da fare è consultare il tuo veterinario di fiducia. Solamente un medico potrà valutare se è necessario aiutare il tuo cane con un medicinale specifico per ridurre i sintomi più gravi e debilitanti dell’allergia (solitamente un antistaminico o un farmaco a base di cortisone).

Nella maggior parte dei casi sarà sufficiente seguire poche e semplici regole per ridurre sensibilmente l’esposizione agli allergeni:

  • sposta le passeggiate alla mattina presto o nella tarda serata, quando la concentrazione di pollini nell’aria è minore
  • al rientro a casa, strofina immediatamente il pelo del tuo cane con una salvietta bagnata o una salviettina detergente specifica per cani
  • evita le aree dove è appena stata tagliata l’erba.
Postato in: Cani

Leave a comment